Domenico Grenci nasce ad Ardore RC nel 1981. Vive e lavora a Bologna.

La pittura di Domenico Grenci ci proietta verso l'urgenza di un dialogo intimistico, che sonda il senso di incompiutezza della condizione esistenziale in relazione all'origine di tutte le cose: la natura in rapporto all'umano. Negli ultimi anni, a fianco alla sua più consolidata ricerca sul volto, affiorano presenze altre, elementi naturali quali fiori e piante ma anche oggetti e visioni che innescano un dialogo profondo restituendoci un pluralismo residuale, ombre o esistenze che scrutano quella solitudine che ogni giorno emerge da una rete di immagini del mondo immateriali e mutevoli.


Domenico Grenci born in Ardore RC, Italy in 1981. Lives and works in Bologna, Italy.

Domenico Grenci's painting projects us towards the urgency of an intimate dialogue, which probes the sense of incompleteness of the existential condition in relation to the origin of all things: nature in relation to the human. In recent years, alongside his more consolidated research on the face, other presences emerge, natural elements such as flowers and plants but also objects and visions that trigger a profound dialogue giving us back a residual pluralism, shadows or existences that scrutinize that loneliness that emerges every day from a network of immaterial and changing images of the world.

Among the Collections: 

Tetrapak, Modena; CARISBO, Bologna; Visionnaire home philosophy, Bologna/Milano; JRC Art Spaces, Ex-nuclear Power Plant di Ispra (VA);


Upcoming:

- Non ancora buio, a cura di Alberto Mattia Martini, Nuova Galleria Morone, Milano.


Last Group Shows:


2021

    • Come isole nel mare, Domenico Grenci | Giovanni Blanco, Ragusa.

2020

- Art Figurativa, Galerie Martin Mertens, Berlino.

- Hypotesis, Nuova Galleria Morone, Milano.  

- ART SPACES- nuclear decommissioning, a cura di Sandro Parmiggiani, Venezia, Praga,       Bratislava e Vienna.

- B-Archive, Archivio Biennale Disegno, Rimini.

- Inventario Varoli, della copia e dell'ombra, Museo Civico Luigi Varoli, Cotignola, RA

2019

- La Fucina e lo Splendore, Domenico Grenci e Giovanni Blanco, a cura di Massimo Pulini, Museo   Davia Bargellini, Bologna.

- Selvatico/12, Foresta, pittura, animale. Museo Luigi Varoli, Cotignola (RA)

- LAND/Emilia a cura di F. Baboni and S. Taddei, Rubiera (RE)


2018

- ART SPACES- nuclear decommissioning: science at the service of future generations, curated by   Sandro Parmiggiani Castello di Masnago (VA)  

2017

-Sequela, a cura di Leonardo Regano, Ex Chiesa di San Mattia, Bologna.

2016

- Biennale Disegno di Rimini, CANTIERE DISEGNO, cinquanta artisti nelle stanze del

  contemporaneo, Rimini (RN)


Among solo:


2016

- Sguardi/Blike, Alessandro Casciaro Art Gallery, Bolzano.

-I'll be your mirror, Galerie Zulauf, Freinsheim, Germania.  

-I'll be your mirror, a cura di S. Parmiggiani, Nuova Galleria Morone, Milano.

2015

-Domenico Grenci, BFMR&PARTNERS, Reggio Emilia.

2013

- Canto di Lontananze/Song of distances, for Visionnaire Home Phylosophy, I Saloni Fair, Milano. 2012

- Solitudini di Venere, Movimento Art Gallery, Milano. 2011

- Canto di lontananze, Magazzini del Sale, Cervia, Galleria L’Immagine.

2009

-Works, Italian Cultural Centre Leonardo da Vinci, Montreal, Canada.

-Domenico Grenci, Lucca Center of Contemporary Art, Lucca.

-That I a-lone will own/your heart for-ev-er, Dear, / Most of all / I want your love, curated by Grazia Tassi, Amphisbaena Gallery of Contemporary Art, Modena.